Magazine

Decorrenza della progressione economica orizzontale nel comparto Università

Decorrenza della progressione economica orizzontale nel comparto Università

Pubblico impiego 11 Novembre 2019 StudioLegaleBcm
Con la sentenza n. 3964/2019 dell'8 novembre 2019, il Tribunale di Palermo, in funzione di giudice del lavoro, ha integralmente accolto il ricorso patrocinato dallo Studio BCM. I ricorrenti, lavoratori dipendenti del comparto Università, vincitori di una progressione economica orizzontale, impugnavano gli atti con cui il datore di lavoro aveva riconosciuto loro la decorrenza della nuova posizione stipendiale a partire dall'anno
Assegnazione della sede di servizio al dirigente scolastico titolare dei benefici di cui alla legge n. 104/1992

Assegnazione della sede di servizio al dirigente scolastico titolare dei benefici di cui alla legge n. 104/1992

Pubblico impiego 28 Ottobre 2019 StudioLegaleBcm
Il Tribunale di Genova, sezione lavoro, in accoglimento di un ricorso ex art 700 c.p.c. patrocinato dallo Studio BCM, con ordinanza dello scorso 23 ottobre, ha riconosciuto il diritto di un dirigente scolastico, recente vincitore del concorso nazionale, già titolare dei benefici delle legge 104/1992, alla assegnazione di una sede di servizio vicina al domicilio dell’assistito. Il Tribunale ha disapplicato
Fondo di Garanzia INPS ed applicazione dell’art. 47 comma 5 legge n. 482/1990.

Fondo di Garanzia INPS ed applicazione dell’art. 47 comma 5 legge n. 482/1990.

Diritto del lavoro e dell'impresa 01 Ottobre 2019 StudioLegaleBcm
Con la sentenza n. 3265/2019 del 25.09.2019, il Tribunale di Palermo, sez. lavoro, ha accolto il ricorso presentato dai lavoratori assistiti dallo Studio BCM, riconoscendo loro il diritto a percepire il trattamento di fine rapporto (t.f.r.), maturato alle dipendenze dell’ex datore di lavoro insolvente, dal Fondo di Garanzia ex art. 2 L. n. 297/1982 istituito presso l’INPS. Secondo l'Ente previdenziale
Graduatorie AFAM: esclusione illegittima senza criteri di calcolo delle ore di servizio

Graduatorie AFAM: esclusione illegittima senza criteri di calcolo delle ore di servizio

Pubblico impiego 04 Luglio 2019 StudioLegaleBcm
Con sentenza n. 6478 del 3 luglio 2019, il Giudice del lavoro di Roma ha accolto il ricorso patrocinato dallo Studio Legale BCM, dichiarando illegittima l’esclusione di una candidata dalle graduatorie AFAM di cui alla L. n. 205/2017. Tra i requisiti di partecipazione il bando prevedeva “lo svolgimento di almeno 125 ore di insegnamento, comprensive delle ore per la partecipazione agli
Abilitazione scientifica professori universitari: illegittimi i giudizi valutativi contenenti espressioni uniformi o similari

Abilitazione scientifica professori universitari: illegittimi i giudizi valutativi contenenti espressioni uniformi o similari

Pubblico impiego 14 Giugno 2019 StudioLegaleBcm
In materia di abilitazione scientifica nazionale per l'accesso al ruolo di professore universitario, il TAR Lazio di Roma, con sentenza n. 7536/2019, resa in un giudizio patrocinato dallo Studio BCM, ha ritenuto che l'identità testuale dei giudizi formulati dai singoli membri di una Commissione di valutazione dei candidati aspiranti al conseguimento dell'abilitazione è inconciliabile con la natura personale delle singole
L’impugnazione cautelare del trasferimento e la decadenza ex L. 604/1966 all’esame della Corte Costituzionale

L’impugnazione cautelare del trasferimento e la decadenza ex L. 604/1966 all’esame della Corte Costituzionale

Diritto del lavoro e dell'impresa 21 Maggio 2019 StudioLegaleBcm
Il Tribunale del Lavoro di Catania, con ordinanza di rimessione alla Corte Costituzionale dello scorso 17.05.2019, ha ritenuto “non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 6, comma secondo, l. 604/1966 nella parte in cui esso non prevede che “l’impugnazione è inefficace se non è seguita, entro il successivo termine di centottanta giorni”, oltre che dagli adempimenti ivi indicati, anche “dal
Il diritto alla progressione orizzontale non può essere negato al personale a tempo determinato

Il diritto alla progressione orizzontale non può essere negato al personale a tempo determinato

Pubblico impiego 20 Maggio 2019 StudioLegaleBcm
Nessuna discriminazione per i lavoratori a termine: questo è principio da ultimo espresso dalla Corte di Appello di Palermo, sezione lavoro, nella sentenza n. 445/2019 del 02.05.2019 in tema di diritto alla progressione economica orizzontale, che ha confermato la precedente decisione del Tribunale di Palermo, sent. n. 2885/2017 ed ha accolto integralmente la tesi dello Studio Legale BCM. I giudici del
sistemi di controllo a distanza

Controllo a distanza del lavoratore: sulle richieste di autorizzazione non vale il silenzio-assenso

Diritto del lavoro e dell'impresa 09 Maggio 2019 StudioLegaleBcm
Controllo a distanza del lavoratore: sulle richieste di autorizzazione non vale il silenzio-assenso. Questo il principio sostenuto dal Ministero del Lavoro che, con interpello n. 3/2019, ha affermato che l’autorizzazione amministrativa imposta dallo Statuto dei Lavoratori per l’installazione di strumenti di controllo a distanza (art. 4 legge n. 300/1970), non può intendersi concessa per effetto del silenzio dell’Ispettorato del Lavoro sull’istanza
Trasferimenti successivi e decadenza dall’impugnativa

Trasferimenti successivi e decadenza dall’impugnativa

Diritto del lavoro e dell'impresa 18 Aprile 2019 StudioLegaleBcm
L’illegittimità del trasferimento non può essere fatta valere come presupposto dell’impugnazione di un trasferimento successivo, se il primo trasferimento non è stato impugnato nei termini di legge. È quanto ha stabilito il Tribunale del Lavoro di Catania che, con ordinanza del 17.04.2019, ha rigettato il ricorso ex art. 700 c.p.c. proposto dal lavoratore che aveva impugnato il trasferimento disposto a
Acquiescenza al trasferimento in caso di sottoscrizione “per accettazione”

Acquiescenza al trasferimento in caso di sottoscrizione “per accettazione”

Diritto del lavoro e dell'impresa 18 Aprile 2019 StudioLegaleBcm
La sottoscrizione “per ricevuta ed accettazione”, apposta in calce alla lettera di trasferimento da parte del lavoratore, ne implica l’acquiescenza. È quanto emerge dall’ordinanza del 17.04.2019 del Tribunale del Lavoro di Catania che, aderendo alle difese sollevate dalla società resistente, ha rigettato il ricorso ex art. 700 c.p.c. proposto dal lavoratore trasferito. Il Tribunale ha confermato l’orientamento della Suprema Corte secondo cui